Via di qua – Tanti artisti uniti per aiutare i bambini meno fortunati

“Non si fa il proprio dovere perchè qualcuno ci dica grazie, lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità…” Si apre con una frase di Oriana Fallaci il sito di Rainbow Project, il progetto no profit di Pino Scotto che raccoglie fondi per aiutare i bambini orfani e abusati in Belize, i bambini della discarica di Coban in Guatemala e i bambini a forte rischio di prostituzione minorile e mendicanza in Cambogia.

Tra le tante iniziative volte a finanziare il progetto, Pino Scotto e la band foggiana Rocky Horror hanno realizzato il brano Via Di Qua, acquistabile a soli 0.99 euro sulle maggiori piattaforme digitali. L’intero ricavato delle vendite sarà devoluto a favore dell’associazione per migliorare le condizioni di vita dei bambini meno fortunati dell’America Centrale.

Al brano hanno aderito tanti artisti e personaggi famosi come Omar Pedrini (ex Timoria), Bunna and Madaski (Africa Unite), Terron Fabio (Sud Sound System), Trevor and Tommy Talamanca (Sadist), Andrea Rock (Virgin Radio and Rezophonic), Andy (Bluvertigo), Pier Gonella (Necrodeath), Skandi (Vallanzaska), Ivano Grieco (Krikka Reggae), Gianni Colonna.

Nel video sono presenti anche: Davide Moscardelli (U.S. Lecce), Nuzzo Di Biase (Quelli Che Il Calcio), Cisco (Le Iene), Vittoria Hyde, Michele Wad Caporosso (Radio Deejay), Daniele Selvitella (Radio 105), Stefano Agliati (‪#‎rocktv‬‬), Betty Style, Giorgia Gueglio (Mastercastle), Paolo Tocco (‪#‎protosoundpolyproject‬‬), Stefano Morabito (16th Cellar Studio), Manuel Tataranno ed Enzo Russo (‪#‎krikkareggae‬‬).

Via di qua è un brano che racconta di un ragazzo chiuso in se stesso, alla ricerca della propria strada e della propria identità che per questo decide di partire, cambiare, fisicamente e mentalmente. Un viaggio introspettivo nel tentativo di dare una svolta a tutta la sua vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here