È inarrestabile il continuo miglioramento del fattore “rapporto qualità/prezzo” non solo per quanto riguarda gli strumenti di fascia “consumer”, ma anche per quelli di alto livello. Il basso elettrico a cinque corde Soller & Sivcak OSC-5 ne è un chiaro esempio, sotto ogni aspetto. Il corpo è in due sezioni di frassino leggero (swamp ash) con una finitura poliuretanica satinata di ottima qualità.

Caratteristico è il melànge tra il bianco e il grigio scuro delle venature più marcate. Ottime sono anche le smussature sulla parte posteriore del corpo, che garantiscono una comodità senza eguali. Il manico è in acero e presenta un profilo a “C” contenuto, comodo e piacevole al tatto, con una piacevole sensazione di riempimento della mano sinistra. È impeccabilmente levigato e la finitura satinata non presenta alcuna imperfezione: tutto ciò denota un’attenzione quasi maniacale da parte di chi realizza questi strumenti. Il manico è avvitato al body tramite sei viti, senza piastra metallica. La tastiera, sempre in acero, presenta una scala di 34” e un raggio di curvatura di 16”: ospita 22 tasti e segnatasti block realizzati in ebano. La paletta presenta una forma particolarmente slanciata e sinuosa: su di essa trovano posto il capotasto in osso, l’abbassacorde metallico e le cinque meccaniche Hipshot Ultralite dorate disposte in configurazione 4+1. Il ponte, dorato anch’esso, è un Hipshot A Model con attaccacorde separato, robusto e funzionale. Il bullone di regolazione del truss-rod è accessibile dal corpo. La parte elettrica è costituita da due pick-up split-coil Nordstrand NJ5S in formato single-coil, dotati di funzione “hum-cancelling”. L’elettronica attiva (disattivabile) è una Mike Pope Flexcore e comprende i seguenti controlli: master volume, pan pot, tono passivo e un equalizzatore a ben quattro bande di tipo boost-cut (medio-bassi e medio-alti su pot concentrico), il tutto alimentato da due batterie da 9 Volt.

Il test

Appena imbracciato, il basso Soller & Sivcak OSC-5 spicca per l’ottimo comfort esecutivo: il profilo del manico e la tastiera offrono una piacevole sensazione al tatto. Inoltre, grazie alla smussatura sul retro del corpo in corrispondenza della spalla inferiore, la mano non incontra ostacoli nel raggiungere le posizioni più alte. Lo string-spacing è praticamente quello di un Jazz Bass a cinque corde. Personalmente, utilizzando lo strumento sia da seduto che a tracolla, non ho notato problemi: lo strumento è ben bilanciato e il peso complessivo non grava in alcun modo sulla postura. Già con lo strumento “unplugged” è possibile apprezzare la risonanza, il sustain, nonché una quinta corda ultra definita. I pick-up Nordstrand si sono rivelati assolutamente all’altezza del loro compito e possiedono tutti gli attributi necessari, ben bilanciati e con un attacco preciso. L’elettronica Pope Flexcore a quattro bande è molto selettiva ed efficace, anche se non proprio immediata nell’uso: occorre conoscerla bene per ottenere il massimo da essa. La sonorità globale che ne scaturisce è quella di un Jazz Bass ad alta tecnologia, con una maggior definizione delle frequenze medie. Suonando con entrambi i magneti, si ottiene quel timbro ormai ben delineato nelle nostre menti, adatto a qualsiasi tipo di tecnica e contesto musicale. In slap il risultato è oltremodo soddisfacente: lo strumento possiede una resa impressionante e le armoniche escono precise e piacevoli. Il pick-up al manico, se usato da solo, genera una timbrica adatta sia per l’utilizzo a plettro, con una buona resa sulle basse, che in pizzicato (ottima soprattutto in ambito blues). Il pick-up al ponte è perfetto per linee di basso in fingerstyle e, ovviamente, per eseguire fraseggi solistici a go-go. Ottimo il controllo di tono passivo, che apre e chiude in modo progressivo e preciso. Nel complesso uno strumento con un carattere abbastanza definito, caldo, lirico e presente, caratteristiche che lo rendono assolutamente conforme per generi come il rock-blues, il pop, il jazz e il latin. Aggiungiamo a tutto ciò un look elegante e particolare ed ecco uno strumento che può far gola a molti bassisti.

Conclusioni

Senza dubbio ci troviamo di fronte a uno strumento di classe, ben realizzato, affidabile e con un’elettronica efficace. Il Soller & Sivcak OSC-5 è uno strumento dedicato a chi desidera possedere una moderna reinterpretazione del Jazz Bass, originale nel look e in grado di adattarsi a numerosi generi musicali (con un occhio di riguardo per il funk, il pop e la fusion con le sue molteplici sfaccettature). Ultima nota di (assoluto) merito: un prezzo assolutamente competitivo, se si considera il livello indubbiamente high-end di questi strumenti.

Due chiacchiere con Michele Di Carlantonio, titolare di Melacanto Melasuono

MicheleSono venuto a conoscenza del marchio marchio Soller & Sivcak a seguito delle varie ricerche che facciamo sistematicamente sui network specializzati: rimasi colpito dalla foto di un modello in stile Jazz Bass con una finitura tanto insolita quanto particolarmente accattivante. Inutile dire che li contattai immediatamente.
Il loro piccolo laboratorio si trova nella Repubblica Slovacca ed è composto da personale molto esperto, sia nella scelta dei legni che nelle successive fasi di lavorazione. Le finiture sono di altissimo livello e la cura dei particolari porta questi strumenti ai livelli delle grandi liuterie americane. I punti di forza di questi prodotti sono sicuramente l’ergonomia e un’ottima suonabilità, il tutto abbinato a un’estetica accattivante e a un peso al di sotto della media. Il resto è dato dall’hardware e dall’elettronica (a mio avviso la migliore disponibile sul mercato). C’è da dire che, in un tempo relativamente breve, gli strumenti Soller & Sivcak hanno già destabilizzato la maggior parte dei nostri clienti essendo da qualche tempo diventati l’oggetto del desiderio di molti bassisti… ciò fa ben sperare per il futuro.

 

Melacanto Melasuono

Tel. 087.4823135
www.melacantomelasuono.it
info@melacantomelasuono.it
2.150,00 euro  Iva compresa

Strumenti Musicali n. 2 — Marzo 2016

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here