Sintetizzatore Montage di Yamaha

Montage7

Durante la Musikmesse, Yamaha ha messo in scena uno spettacolo inedito, coinvolgendo Matt Johnson, band leader e tastierista dei Jamiroquai, che durante i quattro giorni della fiera ha suonato sul palco Montage, mostrando al pubblico europeo le performance raggiungibili con questo nuovo synth.

youtube
please specify correct url

Di Montage avevamo già parlato in questo post, ma vogliamo approfondire le caratteristiche di questo incredibile sintetizzatore o meglio dei tre modelli disponibili che sono: Montage6 (61 tasti), Montage7 (76 tasti semi-pesati) e Montage8 (88 tasti per la tastiera hammer action con aftertouch).

 
Sintesi FM-X e AWM2
Grazie al motore Motion Control Synthesis, Montage combina la FM-X (una versione moderna della leggendaria sintesi FM) alla AWM2 (sintesi sottrattiva basata su campioni). Solo per fare un paragone, il leggendario DX7 del 1983 aveva sei operatori, 32 algoritmi e semplici forme d’onda sinusoidali. Con il nuovo FM-X, Montage può contare su otto operatori, 88 algoritmi e sette Spectral Forms, oltre a filtri, EQ, un ulteriore LFO comune e lo “Spectral Skirt and Spectral Resonance FM-X” che permette l’allargamento della curva armonica e lo spostamento dei picchi armonici.
Per quanto riguarda la sintesi AWM2, Yamaha dichiara una WaveROM dieci volte la grandezza di MOTIF XF, mentre le note di polifonia stereo sono 128.
Grazie a questa architettura avanzata, più campioni possono essere utilizzati simultaneamente per ogni strumento, il che permette un suono assolutamente autentico e ricco di sfumature. Entrambi i sistemi di sintesi possono essere riprodotti sulla tastiera coprendo fino a 16 Zone e Layer in una singola Performance Montage.

Un’interazione completamente nuova con i suoni
Montage, grazie al Motion Control, è in grado di creare suoni unici, potenti e dinamici. Ciò è possibile grazie all’integrazione del Super Knob con il Motion SEQ e l’Envolope Follower. Il Super Knob permette di controllare contemporaneamente più parametri rendendo più facile la manipolazione del suono, mentre la Motion Sequencese e la Envelope Follower, consentono rispettivamente di creare nuovi suoni particolarmente dinamici (rimanendo perfettamente a tempo) e di convertire l’audio in ingresso in una fonte di controllo dei parametri.
Vasta libreria di suoni
Montage offre una vasta libreria di suoni Preset che coprono un ampio spettro sonoro, dalla riproduzione autentica di strumenti reali a suoni di sintetizzatore. La libreria include anche il Grand Piano Yamaha CFX Premium e il Boesendorfer Imperial Grand Piano scaricabile gratuitamente dal sito yamahasynth.com. Grazie ad un software speciale di conversione è possibile importare i suoni di modelli come il DX e il TX o i Voice del MOTIF ES / XS / XF. Montage offre inoltre una memoria Flash ad alta velocità per i propri campioni e le librerie di sintetizzatori (disponibili sul sito).

Connessione USB diretta a PC, Mac e iPad
In studio, Montage può collegarsi a Mac o PC Windows tramite un unico cavo USB. Grazie all’architettura class-compliant non è necessaria alcuna complessa installazione di driver, Montage fornisce 16 canali audio a 24-bit / 44.1 kHz e quattro canali stereo a 192 kHz. Inoltre, tutti i dati MIDI vengono trasmessi tramite USB.
In alternativa al notebook e computer desktop, Montage può essere utilizzato anche in combinazione con i dispositivi mobili di Apple iOS come Apple iPhone o iPad.

Tutti i modelli Montage dispongono di quattro uscite audio bilanciate analogiche (due x stereo) dotate di convertitore “Pure Analog Circuit” e due ingressi audio analogici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here