A Parma, la prima esecuzione italiana dei 20 Etudes di Philip Glass

philip-glass

A chiudere la decima edizione del Barezzi Festival, la prima performance italiana di Philip Glass, uno dei maggiori compositori di musica contemporanea, che presenterà il 14 novembre al Teatro Regio di Parma i suoi celebri 20 Etudes, insieme a Maki Namekawa (uno dei pianisti più talentuosi e riconosciuti al mondo) e Roberto Esposito (giovane talento salentino).

Le venti composizioni sono state scritte da Philip Glass tra il 1991 e il 2014 e rappresentano le diverse fasi della carriera dell’autore, dalla fase minimalista fino ad arrivare alle composizioni più recenti, meno rigorose e ispirate dichiaratamente alla tradizione sinfonica statunitense.

Philip Glass vanta collaborazioni di prestigio nel settore della danza e del teatro, ma è conosciuto principalmente per aver composto le colonne sonore di alcuni successi cinematografici come “The Hours” di Stephen Daldry. Ha anche sperimentato e lavorato in ambito ambient e pop-rock con artisti del calibro di Brian Eno e David Bowie, di cui ha orchestrato alcuni pezzi inclusi negli album “Low” e “Heroes” appartenenti alla cosiddetta trilogia berlinese del Duca Bianco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here