Non c’è tempo raccontato dai Rocky Horror

I Rocky Horror sono una band pugliese, formata da Giovanni “Justice” Placido (voce), Antonio “The Racio” Racioppa (chitarra), Francesco“Baron Frankenheimer” Rinaldi (basso) e Paolo Damato (batteria).

Il loro EP d’esordio (autoprodotto) esce nel 2004 a cui segue, due anni dopo, Dritto in faccia, il loro primo album ufficiale, in cui il richiamo al crossover e al nu metal è molto chiaro anche se declinato in maniera del tutto personale.

Tra sperimentazione e lunghi tour, arriva il 2015 ed è la volta di Sciogli il tempo, il nuovo album, che vanta numerose collaborazioni con grandi artisti del panorama musicale italiano, tra cui il rocker Pino Scotto.

Attualmente la band è in radio con il singolo Non c’è tempo, realizzato con la partecipazione di Ru Catania (Africa Unite) e Luca (Los Fastidios). Il brano, di forte e intensa valenza sociale, parla all’anima delle persone e le incoraggia ad andare avanti senza arrendersi mai. Messaggio caro ai Rocky Horror determinati a smuovere, attraverso la musica, emozioni e reazioni.

Conosciamo meglio il loro lavoro attraverso le parole di Giovanni “Justice” Placido, voce del gruppo.

Parliamo un po’ di voi e della vostra musica…

Siamo una band che suona rock, nata quasi 15 anni fa a Foggia, e da non molto è uscito il nostro nuovo album Sciogli il tempo (Protosound Records/Edel).

I testi delle vostre canzoni hanno molti risvolti sociali. Quali sono i messaggi principali che vorreste trasmettere ai vostri fans?

Che nella vita bisogna farcela con le proprie forze, bisogna lottare per tutto ciò in cui si crede, non penso sia un male smussare un po’ gli angoli o chiedere aiuto ad amici sinceri, ma non si deve mai scendere a compromessi e chinarsi a chi ci vuole diversi da ciò che siamo.

L’ultimo disco vanta numerose collaborazioni: Pino Scotto, Ru Catania (Africa Unite), Luca (Los Fastidios), Nico Mudù (Suoni Mudù), Vince Carpentieri (ex Almamegretta) e molti altri. Come sono nate e cosa vi hanno insegnato?

Sono nate principalmente dall’amicizia e ci hanno dato tanto a livello umano e artistico. Ru e Luca, ad esempio, hanno partecipato al nuovo singolo Non c’è tempo, Pino invece al precedente, Lo spazio che ti spetta, da lì è nato il side project Pino Scotto & Rocky Horror, col quale attualmente siamo in tour, e il brano di beneficenza Via di qua, anch’esso ricco di tantissimi ospiti illustri.

Quali sono i progetti futuri?

Al momento siamo alle prese con la stesura dei nuovi brani che andranno a comporre il prossimo full-lenght, nel frattempo prosegue la promozione che ci ha portato con piacere anche sulle vostre pagine e l’impegno live.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here