Nathalie canta Gainsbourg nella serie d’autore “Dirsi Addio”

— A cura di Luca Masperone

Tutti gli artisti sono indipendenti, finché non hanno la possibilità di firmare un contratto con una major o di comparire in televisione.

Nathalie invece, proprio nel momento in cui avrebbe potuto cedere a tutti i “suggerimenti” e alle pressioni per trasformarsi in un’artista “mainstream” a tutti i livelli, ha scelto di proseguire il suo percorso così come lo sta portando avanti da più di 15 anni, fedele a sé stessa, beneficiando dei vantaggi di una major, ma riuscendo a decidere di continuare a lavorare con il proprio produttore e i suoi musicisti, scrivendo la quasi totalità delle proprie canzoni. Adesso, dopo 4 anni in Sony, due album e nuovamente da indipendente, Nathalie interpreta Serge Gainsbourg per la colonna sonora del progetto “Dirsi Addio”, evento creativo nel quale la letteratura incontra il cinema e la musica. Sette scrittori contemporanei, tra cui personaggi del calibro di Ascanio Celestini, hanno immaginato e scritto altrettante scene d’addio. Da questi racconti è nato il film a episodi che dà il nome al progetto. In tale contesto creativo la parte di Nathalie è stata quella di reinterpretare il brano “L’Anamour” di Serge Gainsbourg in due differenti chiavi, acustica e rock, come colonna sonora del primo episodio del film. “La versione rock è prodotta da Owen Morris (produttore tra gli altri di Oasis, The Verve, Ash) e arrangiata da Francesco Tosoni” spiega Nathalie “la versione acustica, vintage anni ’70, da me e da Francesco. ‘Dirsi Addio’ è un progetto ampio, multimediale, che coinvolge anche internet: per esempio i sette racconti da cui sono tratti gli episodi del film sono stati pubblicati come ebook.
Uno degli episodi ha come titolo ‘L’Anamour’, neologismo creato da Gainsbourg che potremmo tradurre come ‘Il non amore’: da qui nasce la mia interpretazione del brano, che ho cercato di rendere del tutto diversa rispetto alla versione originale. È stata una sfida interessante, anche perché io sono una cantautrice, tengo molto a questo mio aspetto: ho iniziato a scrivere canzoni perché volevo creare qualcosa di nuovo, unendo il lato letterario a quello musicale, per ascoltare qualcosa che avrei voluto sentire ma che ancora non c’era”. Prodotto da Amygdala, “Dirsi Addio” è basato, secondo i creatori del progetto, sul “desiderio di veicolare la cultura attraverso tutte le forme espressive possibili, per regalare al pubblico una nuova esperienza di fruizione, lettura e visione. Un esperimento nuovo proprio perché nato su terreni diversi ma complementari, in cui le parole ispirano le immagini e la scrittura diventa visibile”.

Ma torniamo a Nathalie: la sua voce, a tratti roca e carica di pathos, a tratti pulitissima e leggera, si adatta senz’altro a punteggiare i vari momenti del racconto scritto da Chiara Gamberale e interpretato sul video da Ennio Fantastichini e Luna Iansante. “Parlando del canto, la mia voce graffiata e quella leggera non sono scisse, ma sempre integrate. Più che di due anime diverse, si tratta di due lati differenti della stessa anima. Credo che la voce rappresenti come una persona è nella vita: crescendo matura anche il vissuto e si aggiungono colori e nuovi aspetti. Per quanto riguarda la voce sporca, che in realtà ho scoperto in un secondo momento, serve molta tecnica, altrimenti ti affatichi troppo: se canti per professione devi tutelare il tuo strumento. Quindi occorre una tecnica di base solida, parlo di respirazione, apertura, uso delle risonanze, appoggio. Poi però quando si va sul palco deve rimanere l’istinto, il rock è molto viscerale e anche io non mi risparmio certo, ma cerco di non strafare per conservare il più possibile la voce”.

Tornando a “Dirsi Addio”, gli autori dei sette racconti sono: Ascanio Celestini, Marco Cubeddu, Paolo Di Paolo, Chiara Gamberale, Fabio Geda, Giorgio Vasta e Simona Vinci. Le sceneggiature della serie-video sono scritte da Jacopo Fantastichini, Francesco Favale e Matteo Cerami, mentre la regia è di Simone Gandolfo e Gianluca Della Monica. Per altre informazioni, potete consultare il sito www.dirsiaddio.it.

Condividi
Articolo precedenteTaylor 814ce
Prossimo articoloFocal Trio6 BE