Mistheria – Metal & Classic Virtuoso

Mistheria

La musica è vita, in certi aspetti anche stile di vita. I generi musicali si contraddistinguono anche e soprattutto per scelte personali, spesso introspettive e cariche di significati. Esistono varie dimensioni musicali, vari generi, ma alcuni sono puramente espressivi e chiari nella loro pur fragile e intensa espressione comunicativa. Un genere che caratterizza tutto questo è il Metal. Da questo genere musicale nascono altri generi, ma la sua radice è chiara.

Ho avuto il piacere di assistere a un concerto di Edu Falaschi, ex cantante degli Angra e Almah, in un locale dell’hinterland milanese, il “Bluerose” e qui abbiamo incontrato Mistheria, al secolo Giuseppe Iampieri, musicista noto e affermato in ambito metal e non solo. Conosciuto ai più soprattutto per le numerosi collaborazioni con artisti internazionali come Rob Rock e Bruce Dickinson, è un musicista talentuoso e poliedrico attivo da oltre quindici anni con un suo progetto che lo vede oltre che come tastierista, come pianista e arrangiatore. In effetti nel suo background ci sono studi classici al conservatorio dell’Aquila, dove si è diplomato in organo e composizione.

«Ho sempre avuto una passione per il metal – precisa Mistheria – e ho sempre miscelato i due mondi musicali, quello classico con quello metal, così come mi piace miscelare varie forme d’arte musicali. In effetti nella mia carriera professionale ho composto anche brani per il teatro, per spettacoli di danza e poesia, con proiezioni di immagini tridimensionali». Ma la sua principale espressione musicale è il Symphonic Metal, con influenze prog e neo melodiche.

A parte il pianoforte, gli strumenti utilizzati da Mistheria sono principalmente controller e strumenti virtuali. «Sono tanti anni che sono passato dall’analogico al digitale e quindi agli strumenti virtuali. Ho ormai spostato quello che era il mio setup tastieristico dentro al computer. Lavoro molto in studio come produttore e compositore e mi piace molto lavorare con i plug-in, quindi avevo delle impostazioni predefinite per determinati brani e, per non dover ricostruire ogni volta tutti i suoni da capo, ho spostato tutto su un laptop che mi permette di usare tutti i miei timbri dal vivo in maniera semplice ed efficace. Uso Cantabile Performer, un rack software che mi permette di caricare e utilizzare i vari plug-in come desidero».

Mistheria, famoso per aver registrato le tastiere in Tyranny of Souls, disco solista di Bruce Dickinson del 2005, ha da poco pubblicato il suo nuovo progetto strumentale metal, Gemini. «Come il mio segno zodiacale – sottolinea Mistheria – Un album che raccoglie tutti i miei brani metal, scritti dagli anni Novanta a oggi, che non hanno trovato posto nei miei dischi precedenti. Inoltre è appena uscito Vivaldi Metal Project. Un progetto molto importante che prevede l’arrangiamento in chiave metal delle quattro stagioni di Vivaldi, con la collaborazione di Alberto Rigoni e con decine ospiti internazionali tra i quali, per esempio, Rick Wakeman degli Yes».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here