Link, un sistema rivoluzionario

Chi suona in una band sa quanto sia facile e immediato imbracciare la propria chitarra e iniziare a suonare a tempo con il proprio bassista e batterista. La stessa cosa non si può dire per chi suona utilizzando un computer in quanto unirsi a una jam session e sincronizzarsi con altri computer potrebbe non essere così semplice: bisogna collegare i computer con un cavo MIDI (e se la nostra scheda audio ha degli ingressi e uscite MIDI non è un problema, altrimenti dovremo affidarci alle USB-MIDI hub che si possono trovare in commercio a prezzi molto contenuti), gestire la latenza e conoscere abbastanza bene il software utilizzato per far sì che tutto funzioni a dovere; i più esperti si affidano spesso alla connessione via wifi o cavo ethernet, un sistema che riduce parecchio la latenza e il numero di cavi utilizzati per la connessione, ma che comunque comporta una certa quantità di lavoro nel creare il setup. In ultimo una connessione MIDI di questo tipo necessita dell’impostazione di uno dei computer utilizzati come “Master” del clock mentre gli altri computer devono essere impostati come “Slave” dello stesso clock. Il computer “Master” determinerà lo start, lo stop e il tempo della sessione di tutti gli altri computer “Slave”.

Oggi tutto questo non è più necessario: Ableton ha rilasciato il sistema Link che permette di sincronizzare in maniera estremamente facile non solo tutti i computer connessi alla rete wifi ma anche i vari dispositivi Android e Apple collegati alla stessa rete e sui quali sia installato il sistema di comunicazione Link. Non esistono più “Master” e “Slave”: qualunque computer o dispositivo connesso tramite il sistema Link può inserirsi all’interno di una jam session e iniziare a suonare a tempo con tutti gli altri computer. Lo start e lo stop non sono più influenzati dalla connessione e si può far partire una riproduzione su un qualunque computer senza influenzare la riproduzione delle altre macchine.

Ableton inoltre ha reso Link disponibile per tutti gli sviluppatori di software, dando la possibilità a tutti di integrare questo sistema e facendo in modo che, per usare Link, non si debba utilizzare per forza Ableton Live.

Ancora una volta Ableton ci stupisce e ci regala qualcosa che tutti abbiamo sempre desiderato, un sistema in grado di liberarci dall’annoso problema del setup e dell’affidabilità della connessione MIDI, mettendoci in grado di suonare insieme ad altri musicisti senza pensare alla parte tecnica.

Ableton LINKCome funziona: lanciamo Ableton Live sui due, o più, computer connessi alla stessa rete wifi e andiamo nelle preferenze del software alla voce Link/MIDI. Troveremo l’opzione “Play in time with Link”, attiviamo l’opzione e noteremo che sull’angolo in alto a sinistra apparirà la scritta Link in un piccolo box giallo. Il nostro computer è ora connesso alla rete Link; facciamo la stessa operazione sugli altri computer e saremo pronti a suonare! Vedremo, sul box giallo con la scritta Link, un numero che ci indicherà quanti dispositivi sono connessi alla stessa rete Link; il bello è che non ci sono limiti al numero di dispositivi connessi: è finalmente ora di creare una vera e propria laptop orchestra.

È importante ricordare che il sistema Link permette solo di sincronizzare il tempo dei vari dispositivi connessi: questo permette di inserirsi o uscire dalla jam session in qualunque momento senza disturbare gli altri computer in riproduzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here