— Jacopo Giuliano

[quote_box_center]La qualità e l’affidabilità Lakland in uno strumento alla portata di tutti, un basso cinque corde bello da vedere e ancor più da suonare.[/quote_box_center] [su_slider source=”media: 1330,1331,1332″ link=”lightbox” title=”no”] [su_dropcap size=”5″]I[/su_dropcap]l corpo, realizzato in frassino leggero, richiama le forme del classico Jazz Bass con quel tocco di eleganza in più data dal top di acero fiammato. La finitura high-gloss è di un meraviglioso nero trasparente denominato “Trans Charcoal” (ndr. carbone trasparente). Il manico, in un unico pezzo d’acero, presenta un profilo a C comodo e uniforme (si denota un’attenzione non indifferente in chi realizza questi strumenti). È avvitato al body tramite cinque viti, senza l’utilizzo di alcuna piastra metallica, mentre la tastiera in palissandro ospita 22 tasti e ha un raggio di curvatura variabile (compound 10/13”). La paletta presenta una forma particolarmente slanciata e sinuosa ove spiccano il capotasto sintetico, l’abbassacorde trasversale e le meccaniche Licensed by Hipshot Ultralites chiuse, con chiave a farfalla, disposte in configurazione 3+2. Il ponte, anch’esso in finitura cromata, è un brevetto Lakland (mod. Dual Access) e spicca per il suo design sobrio e funzionale nonchè per la sua solidità. Da notare che è possibile montare le corde direttamente sul ponte oppure facendole passare attraverso il corpo. I pick-up sono due single-coil Lakland J mentre la circuitazione attiva è una Bartolini MK-1 che comprende come controlli: volume, pan-pot, medi e infine bassi e acuti disposti su un unico potenziometro concentrico.

Il test

Appena imbracciato il Lakland Skyline 55-AJ si distingue per l’eccellente comfort esecutivo, unito a una discreta leggerezza. Al momento del test il settaggio delle corde era oltremodo confortevole, ottimo per fraseggi veloci e per virtuosismi vari… il tutto, con nostra grande sorpresa, senza la minima ombra di sbavature e buzz indesiderati. Il connubio manico/tastiera costituisce una scelta a nostro avviso azzeccata, in quanto rappresenta il giusto compromesso per incontrare il favore di numerosi bassisti, dai sostenitori della “vecchia scuola” per arrivare a tutti coloro che amano sperimentare soluzioni tecnico musicali sempre più all’avanguardia. Questo strumento possiede un carattere molto deciso pur essendo abbastanza docile sotto le dita e tutto ciò è reso possibile grazie all’impiego di componentistica di qualità. I pick-up Lakland possiedono tutte le migliori qualità dei single-coil passivi (essendo limpidi e bilanciati) con un po’ di grinta in più, tendendo a essere già compressi di natura. Com’è facile intuire, il carattere sonoro che ne scaturisce è quello di una sorta di “Jazz Bass palestrato”: definito e potente, con bassi profondi e una discreta presenza sulle medie. Interessante ciò che si può ottenere con il controllo del tono passivo: si può tranquillamente passare, con una progressione uniforme e costante, dalla classica timbrica “tutto aperto” a sonorità più scure e profonde. Suonando con entrambi i magneti, si ottiene quel timbro ormai ben delineato nelle nostre menti, adatto a qualsiasi tipo di tecnica e contesto musicale. Suonando in slap il risultato è decisamente soddisfacente: lo strumento possiede una “botta” impressionante e le armoniche escono precise e piacevoli alle nostre orecchie. Il pick-up al manico, se usato da solo, genera una timbrica adatta sia per l’utilizzo a plettro, con una buona resa sulle basse, che in pizzicato (ottima soprattutto in ambito blues e musica “ol’ fashoned”). Il pick-up al ponte è perfetto per funky grooves in fingerstyle e, ovviamente, per fraseggi solistici d’ogni sorta. L’equalizzatore di tipo boost/cut è equilibrato e selettivo e consente di apportare, con facilità, piccole correzioni sonore per restituire la giusta dose di bassi profondi o di acuti brillanti.

Conclusioni

Suonare strumenti come questo Lakland Skyline 55-AJ Active J è sempre gran divertimento. Lo consigliamo a una vasta utenza di musicisti desiderosi di avere un basso affidabile, dal carattere ben definito e che trova la sua naturale collocazione in molteplici generi musicali. Decisamente consigliato visto anche il prezzo altamente competitivo.

Un sentito ringraziamento a Claudio Gaggino e a tutto lo staff Bassline per la consueta disponibilità.

Backline

Tel. 02.69015709
www.backline.it
info@backline.it
1.449,00 euro  Iva compresa

[su_divider top=”no” text=”Torna sopra” size=”2″]

Strumenti Musicali n. 3 — Giugno 2015

RASSEGNA PANORAMICA
Rapporto qualità/prezzo
Realizzazione
Suono
Facilità d’uso
Condividi
Articolo precedentePlugin Alliance presenta il nuovo bundle di amplificatori Engl
Prossimo articoloAcus Stagepre6

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here