La Gallien-Krueger 700RB-II è una testata in classe AB “bi-amplificata” che, in questo caso specifico, eroga 480 watt su 4 Ω (320 su 8 Ω) sulle basse frequenze e 50 W sulle alte, grazie ad un amplificatore dedicato. Esiste anche la versione 1001RB-II, praticamente identica alla 700RB-II ma con maggior potenza (700+50 watt su 4 Ω). La 700RB-II dà immediatamente l’impressione di essere un prodotto serio e con tanta “carne al fuoco”. Sul pannello frontale, in basso, sono situati tutti i controlli di maggiore utilizzo, opportunamente suddivisi in varie zone: troviamo anzitutto la sezione DI con relativo connettore XLR, controllo di volume e interruttori Pre/Post EQ e Ground/Lift. Nella sezione Input troviamo un unico ingresso, il pad-switch che attenua il segnale in ingresso, il mute-switch e il potenziometro Gain. La sezione Voicing Filters comprende un filtro denominato 4/5 String, che enfatizza le basse sui 20 Hz, il controllo Contour, che attenua progressivamente le medie frequenze, enfatizzando in contemporanea bassi e acuti, e il controllo Presence che opera a 10 kHz. La sezione EQ è caratterizzata dal noto equalizzatore G-K a quattro bande shelving con i controlli disposti al contrario (o “all’inglese”) e senza scatto centrale. La sezione Output comprende i controlli Boost e i volumi separati per la bi-amplificazione (woofer e tromba HF), dotati di due attenuatori per le alte frequenze attivabile da due mini-switch. Chiudono il pannello il send-return per effetti esterni e l’uscita per l’accordatore. Il pannello posteriore è praticamente sgombro: su di esso trovano posto solo la presa per l’alimentazione e i connettori d’uscita per le casse, due in formato jack e due SpeakOn. Completano la dotazione due robuste maniglie metalliche sul frontale della testata, utilissime per spostare agevolmente la testata e collocarla senza sforzi eccessivi all’interno di contenitori rack.

Il test

Per questa prova sono state utilizzate due casse 4×10”, una Gallien Krueger 410NEO predisposta per la bi-amplificazione e la nostra cassa abituale (made in U.S.A.) sempre presente nei nostri test. Si parte con quest’ultima lavorando in modalità “full-range”, agendo unicamente sul master volume. Un avviso importante: al fine di prevenire inutili e pericolosi danni all’amplificatore è necessario far ricorso ad un normalissimo cavo SpeakOn a due conduttori quando non si utilizza una cassa Gallien Krueger predisposta alla bi-amplificazione. La 700RB-II è abbastanza immediata nell’utilizzo: a volume contenuto (con gain a circa mezza corsa) ha una sonorità definita e con un carattere corposo. Alzando il volume e agendo ulteriormente sul gain la pressione sonora inizia a farsi sentire, pur non perdendo quella timbrica caratteristica dei prodotti Gallien-Krueger. Utilizzando la cassa 410NEO, con il relativo selettore posizionato su “Bi-Amp”, si ha la possibilità di sfruttare il finale di potenza da 50 W che opera unicamente sul tweeter (dai 5 kHz in su). In tal modo si può spingere oltremodo la testata sui woofer (anche andando quasi a saturare) mantenendo contemporaneamente un’incredibile trasparenza e pulizia sul tweeter. Il controllo Boost, spesso presente sulle testate Gallien-Krueger, aggiunge gradualmente un “punch” sonoro davvero notevole, arrivando quasi a generare una vera e propria saturazione valvolare. Peccato non avere la possibilità di attivare e disattivare il Boost tramite footswitch. La sezione equalizzazione è molto selettiva, mai esagerata, e in grado di conferire il giusto apporto di incremento/taglio su tutto lo spettro sonoro: del resto è noto che i prodotti Gallien-Krueger non hanno certo la fama di essere amplificatori timbricamente neutri… al contrario, possiedono una loro precisa identità, da tempo riconosciuta e apprezzata. Le possibilità offerte dalla sezione Voicing Filters sono davvero interessanti, sia per apportare immediate modifiche timbriche (magari per ovviare a problemi di acustica comuni ambientale), che per creare sonorità davvero uniche. Il Contour con frequenza variabile ci permette di “scavare” ancor più in profondità rispetto all’equalizzatore: si passa da sonorità rock un po’ “cattivelle” ad altre più accentuate sulle medio-basse e che ben si adattano a generi come Hip Hop e R’nB. Il Presence enfatizza la brillantezza globale e il filtro 4/5 String aggiunge ulteriore profondità sulle basse.

Conclusioni

La Gallien-Krueger 700RB-II è una testata di tutto rispetto, in grado di soddisfare il musicista che cerca il giusto compromesso tra sonorità definita, affidabilità e flessibilità di utilizzo. Con questi requisiti Gallien-Krueger non fa che consolidare ancor più la propria reputazione essendo ormai da qualche decennio un nome di riferimento nella produzione di sistemi di amplificazione per tutte le esigenze.

Chi e quanto

Master Music S.r.l.
Tel. 02.95328102
www.master-music.it
info@master-music.it
1.099,00 euro  Iva compresa

Strumenti Musicali n. 2 — Marzo 2016

RASSEGNA PANORAMICA
Rapporto qualità/prezzo
Realizzazione
Suono
Facilità d’uso
Condividi
Articolo precedenteChe cosa significa fare critica musicale oggi?
Prossimo articoloKlavier Project e Cesare Picco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here