FIM 2015: a Genova la Fiera Internazionale della Musica

— A cura di Luca Masperone

La terza edizione del FIM si svolgerà dal 15 al 17 maggio alla Fiera del Mare di Genova, stessa location del Salone Nautico e dell’Euroflora, e presenterà tre giorni di musica a tutti i livelli, in un’area nettamente ampliata rispetto al 2014, con un maggior numero di palchi, stand, artisti e aule dedicate ai seminari.

“Ciò che FIM promette di offrire” spiega Verdiano Vera, ideatore e direttore della manifestazione, “riguarda da una parte una facilitazione nella promozione e diffusione della musica attraverso la fornitura di spazi e servizi, dall’altra la creazione di un ambiente stimolante e prolifico, capace di generare collaborazioni a qualsiasi livello”. Un obiettivo ambizioso e importante per una fiera che nasce, sempre secondo Verdiano, “per distinguersi con un format innovativo, raggruppando risposte a domande diverse in un unico luogo (ogni settore ha il suo target; ogni target viene coinvolto con iniziative e proposte mirate)”.
Ci troviamo quindi di fronte a una manifestazione divisa per aree tematiche, che offre diversi palcoscenici e un’area “expo”, con la presenza di espositori attivi nell’ambito della produzione e distribuzione di strumenti musicali e accessori, della discografia, dei servizi “audio pro” e della formazione musicale. “FIM offre ai suoi visitatori la possibilità reale e concreta di essere essi stessi protagonisti attivi dell’evento”, prosegue Verdiano, “attraverso molteplici opportunità messe a disposizione dai partecipanti che incentivano il pubblico a suonare uno strumento, a partecipare ad eventi didattici e di formazione, a realizzare interviste ed interventi radiofonici e televisivi, a stringere collaborazioni ed effettuare performance musicali estemporanee, coinvolgendo una platea di visitatori appassionati, esperti o semplicemente curiosi”.

Un’offerta quindi che ha come obiettivo quello di coinvolgere tanto gli operatori del settore quanto il pubblico specializzato e non, con un occhio di riguardo verso gli artisti che vogliono farsi conoscere e promuovere il proprio lavoro. A questo proposito, Verdiano sottolinea: “La manifestazione valorizzerà lo spettacolo dal vivo e offrirà l’opportunità a musicisti e artisti di entrare in contatto con una platea di operatori rappresentativa dell’intero settore, dai produttori discografici agli editori, dalle scuole di musica agli organizzatori di eventi musicali, dagli artigiani liutai agli imprenditori in ambito musicale, dai distributori e rivenditori di strumenti alle emittenti radiofoniche e televisive interessate alla musica. Nelle prime due edizioni, FIM ha ospitato oltre 400 espositori, 700 spettacoli musicali, 110 eventi didattici fra seminari, workshop, clinic e masterclass, contando circa 20.000 visitatori, il 52% dei quali costituito da musicisti, deejay, tecnici e operatori musicali”. Tra gli interpreti che hanno supportato il progetto, i principali sono Maia (www.maiagroup.it), azienda italiana che si occupa di produzione e promozione che fa capo a Verdiano Vera e che è stata e continua a essere la principale sostenitrice del FIM dal punto di vista economico ed organizzativo e L’Alveare, neonata associazione di promozione sociale che collabora a stretto contatto con Maia nella realizzazione dell’evento. Nel 2015 inoltre, il progetto è supportato economicamente anche dal Comune di Genova e dalla Regione Liguria. Tra le molteplici iniziative della manifestazione segnaliamo “FIM Live TV”, piattaforma online con fruizione di video “on demand”, che durante l’edizione 2015 si occuperà di dare notizie relative all’evento in tempo reale, registrando e trasmettendo, sia in diretta che nei giorni successivi, i principali concerti ed interviste della manifestazione. Tra i festival del FIM 2015 si fanno notare il “FIM Prog Festival”, dedicato al genere progressive rock con la presenza di ospiti internazionali, il “FIM Hard’n’Heavy Festival”, che vede protagoniste band hard rock ed heavy metal, il “Festival della Tradizione Ligure”, dedicato alle formazioni musicali della regione e alla scuola dei cantautori genovesi, il “FIM Ghana Theatre”, evento di tre giorni incentrato sulla musica e sulla cultura ghanese; e ancora “Urban Revolution”, kermesse incentrata sull’hip hop e sul rap, il “FIM Festival Latino”, con ospiti provenienti da Cuba, Argentina, Ecuador, Brasile e il “FIM Awards 2015”, con la partecipazione di artisti nazionali ed internazionali della scena musicale pop rock.

Per accedere alla fiera, il biglietto d’ingresso sarà di 10 euro al giorno. La manifestazione resterà aperta dalle 10 del mattino fino alla mezzanotte di venerdì e sabato, mentre domenica chiuderà i battenti alle ore 22. Per novità e aggiornamenti, consultate il sito ufficiale dell’evento www.fimfiera.it.

Condividi
Articolo precedenteTaylor 814ce
Prossimo articoloFocal Trio6 BE