Fabrizio De Andrè – Il sito ufficiale e il nuovo libro “Sotto le ciglia chissà”

Avete voglia di rileggere le parole di una canzone di De Andrè e di giocare con le nuvole? Di sapere qualcosa di più sulla sua vita? Di ascoltare la sua musica, di conoscere il mondo nascosto dietro a un personaggio raccontato in una sua canzone o di conoscere i progetti ispirati dalla sua opera e dal suo pensiero? Ora è facile, grazie al primo sito ufficiale di Fabrizio De André, un nuovo spazio web curato da Fondazione Fabrizio De André Onlus che si è proposta di raccogliere e arricchire i contenuti già presenti separatamente sui siti di Fondazione e Centro Studi in un unico spazio. L’obiettivo è di creare un luogo in cui sia possibile consultare anche le attività della Fondazione e del Centro Studi, dove gli studiosi possono agevolmente accedere a tutte le informazioni che riguardano l’Archivio De André, conservato presso la Biblioteca di Area Umanistica dell’Università di Siena.

La musica e le parole di Fabrizio De André sono raccontate attraverso la discografia ufficiale e i testi di canzoni, in italiano e inglese. La discografia comprende tutta la sua opera, dai primi 45 giri alle ultime raccolte, la storia degli album di studio, le tracklist e le copertine che negli anni si sono succedute. Non mancano i dischi registrati dal vivo durante i tour, con le date dei concerti e le formazioni che hanno accompagnato Fabrizio sul palco dal 1975 al 1998.

Presto online anche il primo canale video ufficiale dedicato a De André e nuove sezioni del sito per conoscere e approfondire tutte le iniziative legate al cantautore ligure.

Sempre in questo periodo è uscito anche il nuovo libro su De Andrè. Si tratta di un diario inedito che la Fondazione De André guidata da Dori Ghezzi ha intitolato per Mondadori: Sotto le ciglia chissà. Il titolo prende spunto da uno dei numerosi appunti che De Andrè scriveva su libri, quaderni, buste, sacchetti per i rifiuti messi a disposizione dalle compagnie aeree. All’interno sono raccolti – senza cronologia – i suoi dialoghi interiori, c’è lui, Genova, la Sardegna, la sua libertà mentale, la sua autoironia, la sua umanità. Come nelle sue canzoni, anche nel libro sono trattati temi universali che uniscono generazioni diverse in un flusso che si muove sempre in “direzione ostinata e contraria”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here