DrumBrute a Milano

Le mani di Antoine Barry
Le mani di Antoine Barry, Sales Manager Arturia

Ho avuto la fortuna di essere invitato, da MidiWare, a una presentazione privata della nuova drum machine analogica di Arturia: DrumBrute.

Proseguendo un trend iniziato con MiniBrute e proseguito poi con la versione Micro e l’anteprima della futura ammiraglia, MatrixBrute, Arturia ha realizzato un’autentica riproposizione della macchina analogica che ha fatto ballare tutti… per tutti gli anni Ottanta e gran parte dei Novanta.

Una macchina analogica al 100% sapientemente costruita attorno al paradigma della serie Brute e fornita di tutte quelle caratteristiche preziose per chi cerca una drum machine analogica e non vuole scendere a compromessi. L’unica macchina nella sua fascia di prezzo a presentare dodici uscite audio individuali, su jack da 1/8”, e due uscite cuffia, da 1/8” e da 1/4”, con controllo di volume. Il MIDI è implementato sia su due connessioni pentapolari standard (In e Out), sia su USB. E sempre tramite USB si possono salvare le patch per richiamarle poi alla bisogna.

L’impressione generale è quella di una macchina robusta, ben organizzata, che vale ognuno dei 449 euro del suo prezzo di listino. I suoni sono duttili e, grazie ai controlli indipendenti di ogni strumento uniti ai due modi del filtro Steiner Parker on board, si possono creare timbri decisamente interessanti e originali.

Domenico Benedetto osserva Antoine Barry
Domenico Benedetto, responsabile reparto tastiere e pianoforti di Lucky Music (Milano) osserva Antoine Barry

È stato decisamente illuminante osservare Antoine Barry, Sales Manager Arturia, lì nelle vesti di performer, sciorinare ritmiche di ogni genere, complice anche la notevole interattività della macchina e la possibilità di utilizzare ognuno dei 64 pattern da 64 step su lunghezze differenti, creando ritmiche intricate ed intriganti.

Insomma, sarà anche stata progettata per gli studi, ma prevediamo di vederla molto spesso “spippolata” dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here