Autunno bolognese all’insegna del jazz – Bologna Jazz Festival

Kronos
Kronos, ph. Jay Blakesberg

Dal 3 al 20 novembre, si terrà l’undicesima edizione del Bologna Jazz Festival nel segno delle grandi esclusive concertistiche con il Kronos Quartet (19 novembre), Steve Coleman col vasto organico orchestrale Council of Balance (14 novembre), Paolo Fresu con Uri Caine e il Quartetto Alborada (11 novembre).

Anche la grande tradizione jazzistica sarà vista da una prospettiva che ne coglie in pieno il movimento verso l’attualità, con due band all stars come i Cookers (con, tra gli altri, Billy Harper, George Cables, Cecil McBee, Billy Hart) e il quartetto Aziza (ovvero Dave Holland, Chris Potter, Lionel Loueke ed Eric Harland) che si esibiranno rispettivamente sabato 5 e martedì 8 novembre all’Unipol Auditorium.

Tra gli altri artisti già confermati in un cartellone, che andrà via via crescendo, ci saranno: il travolgente e magistrale trombettista Randy Brecker, che flirterà il 9 novembre con le sonorità brasiliane del suo gruppo Balaio; nomi storici del jazz afro-americano come il pianista Barry Harris, in solo e in trio (3 novembre) e il contrabbassista Buster Williams, in quartetto (12 novembre a Ferrara e il 13 novembre a Bologna); la squisita chitarra di Julian Lage (Ferrara, 18 novembre); il trio del trombonista Samuel Blaser (Ferrara, 4 novembre); il fervore brasiliano degli Azimuth (15 novembre). In rappresentanza del jazz italiano arriveranno il quartetto co-diretto da Gianluca Petrella e Giovanni Guidi  (16 novembre) e il Trio Bobo, con Faso e Christian Meyer delle Storie Tese (17 novembre).

Oltre a toccare i principali teatri bolognesi (Teatro Auditorium Manzoni, Teatro Duse, Unipol Auditorium), il BJF 2016 sarà diffuso a largo raggio sul territorio cittadino: i più celebri jazz club (Cantina Bentivoglio, Bravo Caffè) e altre location ospiteranno i numerosi live, il progetto didattico, le master class e gli altri eventi che formeranno il vasto programma del festival. Immancabile la trasferta del festival a Ferrara, dove anche quest’anno il Torrione Jazz Club ospiterà diverse serate musicali.

Un altro artista coinvolto nel BJF 2016 è il pittore e illustratore Gianluigi Toccafondo, al quale è stata affidata la creazione di numerose opere originali per l’immagine visiva del festival: lavori che verranno poi esposti in una mostra oltre che vere e proprie opere d’arte per l’affissione stradale.

Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol e del main partner Gruppo Hera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here