— Jacopo Giuliano

[quote_box_center]Una cassa “all-in-one” musicale, potente e leggera al tempo stesso.[/quote_box_center] [su_slider source=”media: 2204,2205″ link=”lightbox” title=”no”] [su_note note_color=”#dfddc8″ text_color=”#000000”]

Quattro chiacchiere con Andrea “Polly” Pollice, titolare di Alusonic

AluALavoro da anni la lega di alluminio, materiale affascinante e versatile: la ritengo perfetta non solo per la realizzazione di bassi e chitarre, ma anche per altre applicazioni perché riesce a coniugare in maniera estremamente bilanciata le caratteristiche dei migliori legni (es. il calore) con una rigidità strepitosa a fronte di un peso molto contenuto, una stabilità strutturale eccezionale e un’ottima lavorabilità. Dopo aver raccolto molto feedback dai nostri artisti, valutata la crescente necessità di sistemi molto compatti, trasportabili e al tempo stesso in grado di erogare molta potenza, è nata l’idea di utilizzare per la prima volta in assoluto la lega di alluminio per realizzare delle casse acustiche. Il risultato finale è andato ben oltre le più rosee aspettative lasciando tutti (noi compresi) stupefatti. Si tratta di una cassa 1×12” interamente realizzata in alluminio, molto piccola ed estremamente leggera, proposta in due differenti allestimenti (versione standard e con tweeter).
Entrambe montano coni da 12” con magnete in neodimio realizzati dalla Faital di Milano, senza dubbio tra i coni più performanti, potenti e leggeri disponibili sul mercato. Dove previsto utilizziamo un driver a compressione da 1” e un crossover realizzato ad hoc con possibilità di settare la soglia di intervento del tweeter. Lo spessore e definizione delle frequenze medie è uno dei punti forti di queste innovative casse, la riproduzione delle basse frequenze è incredibilmente corposa e dettagliata… inclusa una quinta corda da urlo. Sono le prime casse customizzabili in commercio: offriamo l’opportunità di scegliere la finitura del cabinet e della griglia protettiva, anche utilizzando colori a campione.
Dai vari test svolti e dalle prove sul campo effettuate con altri prodotti dei nostri diretti competitor è emerso che la nostra ALU112T rappresenta oggi il top in assoluto per quanto riguarda potenza e definizione, leggerezza e trasportabilità. Il guscio in alluminio garantisce una rigidità strutturale impareggiabile ed assicura un’efficienza straordinaria dell’intero sistema: in sostanza tutta la potenza arriva all’orecchio senza dissiparsi in parte come avviene per casse realizzate in legno. La ALU112T eroga 400 watt reali con sensibilità di 100dB e un peso di 9 kg; un sistema composto da due casse è in grado di sviluppare potenze nell’ordine di 800/1.000 watt in 18 kg di peso. La nostra cassa è stata progettata e realizzata per il musicista di oggi che necessita di una cassa “all-in-one”: potente, performante, facilmente trasportabile e, perchè no, anche molto bella!
[/su_note] [su_dropcap size=”5″]D[/su_dropcap]a un ambizioso e innovativo progetto tutto italiano ecco la prima cassa acustica per basso realizzata in lega di alluminio.

Il test

Ho utilizzato per l’occasione una testata in Classe D (500 Watt su 8 Ohm) e un basso cinque corde dotato di elettronica attiva. Questa ALU112T possiede una timbrica trasparente e abbastanza uniforme su tutte le frequenze. Il vero punto di forza sono le medie sempre in evidenza (sicuramente una scelta progettuale consapevole) che consentono al musicista di essere udito chiaramente in ogni contesto. Questa è di fatto una particolarità molto musicale e apprezzabile… ricorda per certi versi una 2×10”, solo con una pasta timbrica più completa e un po’ meno aggressiva.
Persino a volumi sostenuti la Alusonic ALU112T non mostra segni di debolezza e restituisce con precisione ogni singolo dettaglio sonoro. Certo, su un palco outdoor di grandi dimensioni potrebbe rispondere un po’ timidamente se usata da sola; meglio se in coppia… magari con la ALU112 senza tweeter, beneficiando dei 4 Ohm di impedenza. Utilizzando il Si basso la sensazione che si prova è degna di nota… e pensare che si tratta “solo” di una 1×12”. L’attacco sulle medie che si percepisce non è certo da meno (corposo al punto giusto) e il grado di precisione del tweeter (che si può ottenere, ad esempio, suonando gli armonici) è quanto di meglio si possa chiedere.

Conclusioni

Sicuramente un prodotto come l’Alusonic ALU112T non ha precedenti e, per tal motivo, ora come ora non è proprio indirizzata ad un mercato di massa, ma ha ottime possibilità di esserlo in tempi abbastanza brevi. Inoltre rappresenta un’ottima scelta per quei musicisti alla ricerca di una cassa compatta, leggera e affidabile. Noi di certo attendiamo entusiasti l’evolversi di questa nuova filosofia costruttiva.

Colgo l’occasione per ringraziare Andrea Pollice (titolare di Alusonic), Claudio Gaggino e lo staff di Bassline per la consueta professionalità e cortesia.

Alusonic

Tel. 366.2089806
www.alusonic.com
info@alusonic.com
Versione standard — 790,00 Euro Iva compresa
Versione con tweeter — 890,00 Euro Iva compresa

[su_divider top=”no” text=”Torna sopra” size=”2″]

Strumenti Musicali n. 4 — Agosto 2015

RASSEGNA PANORAMICA
Rapporto qualità/prezzo
Realizzazione
Suono
Facilità d’uso
Condividi
Articolo precedenteSynthesizers.com Q106 (Parte 1)
Prossimo articoloFender Adam Clayton Jazz Bass

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here