Il Duca Bianco ci ha lasciati

[su_dropcap style=”flat” size=”4″ class=”bg_color=”#aaa123””]U[/su_dropcap]na notizia sconvolgente ha accolto il mondo questa mattina e, in particolare, gli amanti della musica: il Duca Bianco ci ha lasciati, dopo 18 mesi di lotta silenziosa contro il cancro. La prima reazione è stata shock, paralisi. Dopo qualche lacrima è venuto spontaneo tuffarsi nelle sue tante, tantissime canzoni. Circa cinquant’anni di musica che ha accompagnato varie generazioni, che ha ispirato grandi artisti e aiutato molti suoi amici. Una delle voci più originali e singolari del rock, un misto tra mistero, ribellione e curiosità. Artista imprevedibile, ha indossato molti abiti e stili iniziando come un astronauta folk rock, diventando poi una figura androgina dai capelli arancioni in Ziggy Stardust, passando poi alla parentesi elegante e funk (che gli valse il nomignolo di White Duke) e così avanti, fino ad avere una marea di fan che iniziarono ad adorarlo anche per questa sua teatralità e per il suo trasformismo.

Innumerevoli gli artisti che hanno suonato cover delle sue canzoni: Duran Duran, Smashing Pumpkins, Placebo, Marilyn Manson, Oasis, Ozzy Osbourne, Morrissey, Bauhaus, Nine Inch Nails.

David Bowie, oltre ad essere un grande artista, è stato anche una grande persona, che ha sempre creduto nel valore dell’amicizia e ha salvato da momenti bui i suoi amici e colleghi, come Lou Reed, che vide la sua rinascita proprio con l’album Transformer, prodotto proprio da Bowie. C’è poi il caso di Iggy Pop che, con grossi problemi di droga, venne “prelevato” e portato da Bowie con sé a Berlino, dove l’aiutò a comporre e produrre i suoi due migliori lavori solisti: The Idiot e Lust for Life.

David Bowie era nato in un sobborgo operaio di Londra l’8 gennaio 1947 e aveva festeggiato da pochi giorni il suo 69simo compleanno e l’uscita del nuovo album: Black Star.

Come diceva la frase riportata sulla copertina di Ziggy Stardust: “To be played at maximum volume!”

Marina Coricciati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here